Notice: Trying to get property of non-object in /var/lib/wordpress/wp-content/plugins/wordpress-seo/frontend/schema/class-schema-utils.php on line 25
Luciano Odorisio, Politica

Botte da orbi fra Di Maio e Salvini

LORENZO GIARELLI per IlFQ, 9-4-19

Igialloverdi hanno il deserto intorno e quindi fanno anche da opposizione a se stessi. Ecco un’antologia scelta degli scambi, talvolta insulti, tra Lega e M5S.

23 marzo, lite sul memorandum della nuova Via della Seta

Salvini: “Non mi si dica che la Cina è un paese con il libero mercato”.

Di Maio replica: “Lui ha il diritto di parlare, io il dovere di fare”.

 27 marzo, Confindustria taglia le stime di crescita del Pil italiano

Salvini: “Verranno smentite clamorosamente dai fatti. È pieno di gufi. Ci hanno sempre ‘cannato’ in passato”. 

Di Maio: “Non c’è bisogno di nessuno scontro o di apostrofare la Confindustria come gufi. L’epoca dei gufi è quella di Renzi”.

30 marzo, scontro sul Congresso mondiale della famiglie

Luigi Di Maio: “A Verona ci sono dei fanatici. È una destra degli sfigati”.

Salvini, dal palco di Verona: “A qualche collega distratto di governo che pensa che qui si guardi indietro dico che qui si prepara il futuro e se questo significa essere sfigato, allora sono orgoglioso di essere sfigato”.

30 marzo, scontro anche tra Salvini e Conte

Salvini: “Sul tema delle adozioni da Conte mi sarei aspettato di più”.

Replica di Palazzo Chigi: “La delega in materia di adozioni è in capo al ministro della Lega, Lorenzo Fontana. Rimane confermato che bisogna rimboccarsi le maniche e lavorare nei ministeri tutti i giorni e studiare le cose prima di parlare altrimenti si fa solo confusione”.

1 aprile, Repubblica apre con “Salvini, qui comando io”

All’interno, un virgolettato di Salvini: “Mi sono stancato di essere attaccato e soprattutto mi sono stancato che il governo non faccia. Per andare avanti serve un cambio di passo”.

Di Maio replica: “Sarebbe gravissimo, spero smentisca”.

4 aprile, Di Maio contro Tria per Claudia Bugno all’Asi

Di Maio: “Quando si parla di partecipate di Stato, noi abbiamo il dovere di incidere su queste scelte e decidere se è opportuno che vadano in alcuni ruoli oppure no”.

5 aprile, Conte “rassicura” Tria sulla sorte del ministro

Conte: “Il ministro Tria deve stare sereno”.

5 aprile, la Lega si allea con i tedeschi dell’Afd

Di Maio: “Mi preoccupa questa deriva di ultradestra a livello europeo con forze politiche che faranno parte del gruppo con cui si alleerà la Lega, che addirittura, in alcuni casi, negano l’Olocausto”.

La replica di Salvini: “Rispondo col lavoro, con i fatti. Questa gente che cerca fascisti, comunisti, nazisti, marziani, venusiani… i ministri sono pagati per lavorare . Se invece dipolemizzaresilavorassedipiù,si sbloccassero cantieri fermi, l’Italia sarebbe un Paese migliore”

Ancora Di Maio: “Sento i leghisti un po’ nervosi. Scherzando mi verrebbe da dire ‘da che pulpito viene la predica’…”.

5 aprile, Salvini attacca Tria sulle banche

Salvini: “Anche io faccio il ministro e mi prendo le mie responsa- bilità, firmo decine di atti ogni giorno e mi assumo anche io dei rischi. Se te la senti di farlo, fai il ministro e il dirigente. Se non te la senti puoi sempre fare il panettiere”

5 aprile, Roberto Fico al Festival di Perugia

Fico: “Visto che il ministro dell’Interno ha il potere di decidere sulle scorte e Saviano è sotto scorta, io non l’avrei mai denunciato. È un errore bello e buono”.

La replica di Salvini: “Non so come reagirebbe il signor Fico se gli dessero del malavitoso, io avrò tanti difetti, ma non permetto a nessuno di darmi del malavitoso”.

7 aprile, la Lega torna alla carica con la flat tax

Salvini al Vinitaly: “Non ho mai visto nessuno decrescere ed essere felice. La flat tax è una nostra priorità ed è nel contratto di governo. Abbiamo votato il reddito di cittadinanza, che non è nel dna della Lega, ora pretendiamo rispetto”.

La replica del M5S: “Noi siamo sempre stati leali al contratto, chi lo è stato meno è la Lega. Chi ha iniziato a spingere sulla castrazione chimica è stata la Lega, chi parla di leva obbligatoria è la Lega, chi presenta una legge per la libera circolazione delle armi è la Lega. E potremmo andare avanti per molto”.

Facebook Comments

Write a comment

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: