Le ricette di casa, Luciano Odorisio

Risotto con ortiche zucca e mandorle…di Santino Strizzi


Deprecated: sanitize_url è deprecata dalla versione 2.8.0! Al suo posto utilizza esc_url_raw(). in /var/www/html/wordpress/wp-includes/functions.php on line 4859

Risotto con ortiche zucca e mandorle tostate al profumo di curcuma

È il risotto n. 625 dello chef Santino Strizzi, un vero e proprio artista, ama creare opere d’arte col cibo…soprattutto risotti.

Tempo occorrente: 30minuti per la preparazione + 20 per il risotto.

 Difficoltà da (1 a 5) :- 3

Ingredienti per 4 pax :- 320 g di riso Carnaroli – Carnise di Sapise (selezione speciale Italia),

1 cipolla affettata sottilmente,

300 g di zucca tagliata a dadini, 200 g foglie di ortiche (tenere 12 foglie a parte che friggerete in poco olio , dopo averle passate in una pastella fatta con 3 cucchiai di farina,

 

1 pizzico di sale e 2 cucchiai di acqua gassata), 1 cucchiaino di curcuma, 50 g di mandorle spellate e tostate, 4 cucchiai di olio E.V.O. di alta qualità, 1 bicchiere di vino pecorino, 30 g di burro, 50 g di parmigiano, brodo vegetale 1 litro circa, peperoncino a piacere.

 

Esecuzione:- in un tegame capiente con 2 cucchiai di olio, appassire la cipolla per 5 minuti, aggiungere la curcuma sciolta in 1 cucchiaio di brodo e la zucca a dadini. Far cuocere per altri 10 minuti.

Togliere e tenere a parte.

Nel tegame aggiungere l’olio rimasto con le ortiche (scottate per pochi secondi in acqua bollente) triturate grossolanamente per 2 minuti.

Tostare il riso per 1 minuto ed evaporare con il vino.

Dopo un minuto proseguire la cottura con il brodo vegetale per 6 minuti, quindi aggiungere la cipolla con la zucca (cotta in precedenza) e proseguire con il brodo (all’occorrenza) per 10 minuti.

Poi a fiamma spenta, aggiungere il trito di mandorle tostate, lucidare con il burro e mantecare con il formaggio.

Servire nei piatti mettendo 3 foglie di ortiche pastellate in ogni piatto e a proprio gusto…il peperoncino. Io ho abbinato un pecorino Magella ris. 2014 della cantina Lampato.

Pillole …per un risotto a regola d’arte// I° pillola :- normalmente nelle ricette viene sempre detto di cuocere la cipolla …o porro …o scalogno, in olio o burro. Ma normalmente si omette di dire che una volta appassita…la cipolla deve essere tolta… e riaggiunta dopo la tostatura.

Santino Strizzi

Facebook Comments
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: