Notice: Trying to get property of non-object in /var/lib/wordpress/wp-content/plugins/wordpress-seo/frontend/schema/class-schema-utils.php on line 26
Luciano Odorisio, Politica

Passerella su Diciotti, la Boschi e la scabbia e il capitano Massimo Kothmeir

Web rovente in questi giorni.

Premetto, a scanso di equivoci, Salvini come minsitro dell’Interno è pericoloso.

A ben pensarci, Salvini è pericoloso comunque.

E comunque io non lo digerisco nè faccio il tifo per lui nonostante le teste di cazzo in giro che mi spingono…no, non è per me!

Pericoloso quando i suoi fans postano minacce da squadristi “Se osate toccare il nostro capo vi veniamo a prendere sottocasa!”

E non era neanche un fan qualsiasi, ma un abruzzese (che vergogna!), tale Giuseppe Bellachioma, pensate voi che personaggio ridicolo…ma i regimi si nutrono di personaggi ridicoli da operetta.

Non credo siamo a questo, ma bisogna vigilare…ma non come lo fanno sgangheratamente giornaloni e vedove renziane.

Con il loro livore e rancore, leggibilissimi, non fanno che nutrire la voracità del mostro, cazzo! Non lo capiscono? Evidentemente no!

Salvini non è uno sprovveduto qualsiasi, si è fatto le ossa in tanti anni, ha imparato a parlare alla pancia della gente disillusa da altri, da molti altri, e finora viene appoggiato dai più se stiamo ai sondaggi.

Ci sono le vestali, uomini e donne di une certa età in genere, che vestono ancora il lutto per l’assenza di Renzi, ma di cui prevedono un grande ritorno “sul ring della politica”…beati loro!

Bene, questi sono pericolosi almeno quanto Salvini.

Le sbagliano tutte, anche quelli che dicono “Renzi chi?”, novelli san pietro ma poi si sbracciano contro i grllini, votati per la maggior parte dalla sinistra

Argomentano cazzate in genere, insostenibili, bufale, distorcono le notizie, fanno la qualunque pur di dare addosso al governo che ripeto fino alla nausea io non amo particolarmente se non per una simpatia verso il M5S.

Di Maio mi sembra un fuscello che si piega ai voleri di Salvini, quasi gli piace…l’uomo che sorride anche al padreterno.

Noioso, anche se gli riconosco che un certo progresso l’ha fatto e non solo per le coniugazioni dei verbi!

Comincia a parlare con proprietà.

Aspetto che torni in sè, come diceva quel tipo, ma da un “democristiano” cosa ci si può aspettare? Bah, boh!

L’elettorato di sinistra che ha votato 5S rumoreggia, è in fermanto, abbozzano per ora, ma ci mettono poco a mandare a fanculo di nuovo, popolo ormai destinato ad errare…ma non tornerà mai nel PD…sapevatelo!

Per loro per ora c’è Fico che dice cose sensate ma non viene citato da nessuno, quasi “oscurato”, dice cose di “sinistra”, va tenuto in un angolino.

Un “Fico” solo non fa primavera, ahimè, intanto c’è!

Conte, persona dabbene, un fantasmino, mi aspetto qualcosa da lui prima o poi, sperando che sia più prima che poi.

E mi torna la rabbia del perchè siamo arrivati a questo punto, perchè un ministro dell’Interno si sente presidente del Consiglio ed agisce come tale!!!

MALEDETTI POP-CORN!!!

Detto tutto questo, chi mi sa spiegare, evitando cazzate e spread alle stelle e società che vanno via dall’Italia, COSA CAZZO C’ENTRAVANO LA BOSCHI E BOLDRINI A CATANIA SULLA DICIOTTI?

Mi rispondono “Ma sono parlamentari”…ma ai funerali di Genova non sarebbero state comunque parlamentari?

O forse prevedevano bordate di fischi e hanno preferito lasciar solo quel brav’uomo di Martina?

Per questo hanno optato per una passerella più “facile”, da strappacore?

Dei grandi giornali inutile parlare, so’ rimasti a quel dì, con il cazzaro che si allontanava nella nebbia…convinti tutti che farà un grande ritorno.

Prima di passare all’intervista del capitano, mi preme dire che quel ho visto ieri in TV, La7, ormai l’unico canale che sbircio prima di dedicarmi alle serie che mi appassionano o film che siano…

Inquadrato un migrante che si lavava i denti mentre la giornalista parlava di sciopero della fame…AHAHAHAHAHAHAHAHAHAHAHAHAHAHAHAHAH!

Ma state attenti alle immagini, cazzarola, o state attenti a quel che dite…vi coprite di ridicolo!

Per le donne io sono per farle scendere tutte e a scanso di equivoci sono per l’accoglienza larga, sempre stato di questa idea, sia pur ben regolata, rigidamente regolata.

Ma se finora non l’hanno regolata un motivo ci sarà e andrebbe ricercato negli interessi di chi ci ha amministrato, di chi ha gestito il potere in questi anni, non credete?

Insomma la Boschi, Fassina (che pure stimo molto), quello dei radicali, Magi, la Boldrini, non si sa perchè non fossero a Genova e perchè cazzo abbiano affrontato addirittura la scabbia.

Sì, ma se c’è la scabbia non dovrebbe essere in quarantena la nave?

Cos’è che mi sfugge?

E quando si parla di violenza alle donne, i giornali e le TV evitano di dire che si parla di violenze subite nel lungo viaggio prima di imbarcarsi.

Parlano di violenze genericamente in modo tale che si possa pensare che le abbiano aggredite sulla nave, fra di loro, neri contro neri.

Che bastardi!

Premetto ancora che io sono dalla parte dei migranti sempre e comunque.

Devo insistere su questo tasto perchè gli sciacalli sono in agguato!

Solo che non porto il cervello all’ammasso e da uomo della strada cerco di capire…

Capitano Massimo Kothmeir

Ed ecco cosa dice il capitano  Massimo Kothmeir, capitano di fregata, quando gli chiedono se sta seguendo quel che dicono i giornali del caso che lo vede protagonista:

«No. Mi tengo aggiornato dalle televisioni. Pensi che ho scoperto l’ esatto momento in cui la gru ha imbarcato i viveri grazie al telegiornale. Mi fermo a quello. Altre analisi le lascio a chi è più competente di me»

E aggiunge subito:

«Non posso rispondere con dettagli di tipo operativo in quanto sono in corso attività della magistratura. Le dico solo che molte delle informazioni che sono circolate sui media circa l’ attività posta in essere da nave Diciotti, da nave Diciotti (ripete e scandisce bene questo punto, ndr), sono assolutamente sbagliate».

E alla domanda di Scianca per “La Verità” di come vanno le cose a bordo dal punto di vista umanitario:

«Innanzitutto a bordo sono presenti, sin da quando abbiamo mollato gli ormeggi, due organizzazioni: Intersos, per conto di Unicef, che sono i mediatori culturali e gli operatori umanitari, e il Cisom, che ci rifornisce un adeguatissimo profilo di sicurezza sanitaria.

Le condizioni sono più che soddisfacenti, tant’ è che ci è stata concessa la cosiddetta libera pratica sanitaria. Lo si è notato nel momento in cui abbiamo ammainato la bandiera gialla, che non sta a significare che c’ è un’ epidemia in corso, come ho sentito dire, purtroppo, ma semplicemente che prima di poter interagire con la terraferma la sanità marittima deve effettuare i suoi controlli, che come ho detto sono stati positivi e soddisfacenti».

E al giornalista che vuol sapere la situazione dei minori chiarisce uno dei punti più delicati visto che giornali e vedove puntano molto al cuore e soprattutto sulla scabbia:

«Fortunatamente non c’erano bambini, come invece ho visto scritto sulle testate. I bambini che c’ erano sono stati evacuati un quarto d’ ora dopo averli imbarcati su questa nave nelle acque di Lampedusa e portati a terra.

Peraltro in quel caso erano tutti e tre minori accompagnati dai genitori. I minori che abbiamo invece sbarcato mercoledì in tarda serata, 25 ragazzi e due ragazze, sono stati immediatamente presi in carico dall’ organizzazione di assistenza a terra.

Da un punto di vista della tutela sanitaria è vero che in tutti questi tipi di interventi si registrano casi di scabbia, ma a bordo i medici del Cisom somministrano specifici farmaci e pomate. La situazione è monitorata, quindi, e non desta al momento alcun tipo di preoccupazione».

Da quel che dice non si ravvisano gli allarmi dei giornali di regime.

Non faccio che riportare le sue parole, evito giudizi e altri commenti.

E quando gli riportano le parole di un’operatrice delle ONG Terres des Hommes:

«Abbiamo accolto 27 scheletrini, il più magro sarà stato un po’ più basso di me e sarà pesato una trentina di chili, la gamba con lo stesso diametro del mio polso. Uno non riusciva a camminare perché era pieno di dolori».

Il capitano risponde correggendo:

«Intanto la maggior parte della popolazione ospite è di origine eritrea, quindi si tratta di persone che sono più snelle rispetto ad altre etnie.

Alcuni di questi hanno sicuramente sofferto al momento del viaggio, ma dal momento in cui sono saliti a bordo abbiamo erogato un protocollo nutrizionale approvato che prevede la somministrazione di tre o quattro pasti al giorno.

Alla fine siamo arrivati al punto, per motivi organizzativi, che noi dell’ equipaggio abbiamo omologato la nostra alimentazione con quella dei migranti».

E quando gli chiedono se oggettivamente i migranti hanno la sensazione di essere sequestati:

«Le rispondo con estrema franchezza: abbiamo spiegato loro che la loro vicenda è legata anche a una situazione politica di tipo internazionale che avrebbe comportato anche una più lunga permanenza a bordo. A me hanno restituito una sensazione di totale comprensione. E fino ad oggi si sono comportati splendidamente».

Ultima domanda di Scianca e risposta:

Sul suo profilo Facebook si nota un like a Matteo Salvini. Ma non è che alla fine lei ha pure votato Lega?

«Il segreto sul voto è un diritto inalienabile per ogni cittadino, quindi è legittima la domanda, ma è altrettanto legittimo mantenere il dovuto riserbo in un senso o nell’ altro. Io voto per la verità».

C’È BISOGNO DI AGGIUNGERE ALTRO?

 

 

Facebook Comments

Write a comment

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: