Notice: Trying to get property of non-object in /var/lib/wordpress/wp-content/plugins/wordpress-seo/frontend/schema/class-schema-utils.php on line 26
Luciano Odorisio, Politica

Renzi e la patente di sfiga

Stralcio da un divertente articolo di Fabrizio D’Esposito su Il FQ, 17-02-19

” (…) La parabola della sfiga e vendicativa e può ritorcersi a danno di chi l’ha tirata in ballo a sproposito.

Accade dunque che l’altro giorno, l’ex premier Matteo Renzi ha accusato il governo di portare sfortuna.

Per chi se la fosse persa l’infelice frase è questa: “Sono arrivati questi e nel primo semestre siamo alla recessione. Come minimo portano sfortuna”. 

La diagnosi renziana desta più di qualche dubbio perché proveniente da un noto patentato in senso pirandelliano, certificato da numerose sciagure. 

Con Renzi a Palazzo Chigi è stato infatti intenso il flusso negativo propagatosi su tutta Italia, e non solo. 

Qui al Fatto, nel corso degli anni, abbiamo indagato accuratamente su questo flusso, senza mai venir meno alla fede nella ragione. 

E certe cose sono successe. Coincidenze, diciamo così. 

Tutto cominciò significativamente a Firenze, la città del sindaco d’Italia diventato premier. 

Nel giro di poche settimane sulla povera Florentia si abbatterono le piaghe bibliche che già flagellarono l’Egitto: blatte e zecche agli Uffizi; il terremoto; infine una voragine lungo l’Arno. 

Quest’ultimo segno si manifestò dal Grande Aldilà Rosso dopo che Renzi, in maniera improvvida, arruolò Berlinguer, Ingrao e Iotti nell’esercito del sì al referendum istituzionale. 

Ma dove l’allora premier si guadagnò il riconoscimento della novella di Pirandello fu in occasione delle Olimpiadi di Rio, nel 2016. 

In tuta, chiese al ciclista Vincenzo Nibali di vincere l’oro e Nibali si schiantò in curva; 

tampinò con taluni sms la sexy-schermitrice Rossella Fiamingo, candidata alla vittoria, e Fiamingo conquistò solo l’argento; 

andò allora da Petra Zublasing, campionessa mondiale di carabina 10 metri aria compressa, e Zublasing rimase fuori dalla finale; 

infine si rimise la tuta e posò con Federica Pellegrini, che concluse i 200 metri giù dal podio.”

‘Azz!

Facebook Comments

Write a comment

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: