Notice: Trying to get property of non-object in /var/lib/wordpress/wp-content/plugins/wordpress-seo/frontend/schema/class-schema-utils.php on line 25
Cinema & Teatro, L'Angolo di Raffaele, Luciano Odorisio

Recensione di Raffaele Abbate per “Non invecchieremo mai”

Raffaele Abbate:
Nove frammenti che sono i ricordi di Luciano Odorisio, ma non solo.

Strangers in the night : quella notte a Sperlonga eravamo giovani ed immortali e non saremmo invecchiati mai. Anche per me la voce di Frank Sinatra evoca ricordi anche se non era Sperlonga, ma eravamo giovani ed immortali sotto una luna puttana di metà settembre

Tombstone a Settecamini: Storia del cinema, cavalli, comparse, registi incazzosi, buona la prima, la dolce vita romana che non era tanto dolce. Come si diventa regista. La neve di Chieti ed il morbido dialetto abruzzese: Chi si’ tu? Lu figlio di Adelchi?

Madonne& Puttane in via del Paradiso: l’incontro del sesso durante l’adolescenza quando c’erano ancora i casini e nella bigotta Chieti era, ironia del caso, in Via del Paradiso con un lume rosso all’ingresso e con una puttana dai capelli rossi che cantava una vecchia canzone

Era di maggio e non ci azzecca la canzone, ma evoca il 1968, ce n’est qu’un debut , continuons le combat, nel mondo del cinema con Cerami, a girare un film che vedranno in pochi , I visionari, premiato con il Pardo d’oro, ma una mattonata incredibile. C’era il sole a Piazza Sant’Andrea della Valle. Si stava per cambiare il mondo, forse.

Giggino la Puzzetta: un incontro con amici di infanzia che hanno altri ricordi, che ricordano un fratello Jacopo che non esiste, ma sono pur sempre stati l’infanzia che non si deve cancellare

Don Felicino: un prete che amava troppo il vino e non solo, che un bel giorno scomparve senza più dare notizia di se insieme ad una devota parrocchiana, “Don Felicino che cazz’ d’nom’ don Felicin”

Zitto e Joca, l’epica del calcio balilla, a Chieti nella spelonca dell’Olonese, il mio ricordo a Casalnuovo nella cantina di Catello il legionario ed i nostri ricordi non vanno via

My way: ricordi di altri tempi, di storie raccontate da un zio fantasioso, di bracieri che bruciano il culo di una cugina poco attenta e di una canzone che continua a risuonare ancora oggi

Calda Notte: un racconto lungo, alla Raymond Chandler, di un’onirica Roma sotto la neve con una bionda di Manoppello Scalo, con un tassista nano, con una torta di compleanno ed una bottiglia di champagne che non arriveranno mai a destinazione

Piccoli assaggi di un grande libro imperdibile
di Raffaele Abbate
ACCATTATAVILLE
Non invecchieremo mai
Facebook Comments

Write a comment

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: