Luciano Odorisio, Politica

F. Fornario: Salvini è sovranista quanto Povia è…


Deprecated: sanitize_url è deprecata dalla versione 2.8.0! Al suo posto utilizza esc_url_raw(). in /var/www/html/wordpress/wp-includes/functions.php on line 4859

divertente, caustica, quanto mi piace Francesca Fornario, Il FQ, 29-05-19

“Salvini ha vinto le Europee ma non andrà a Bruxelles. Come l’altra volta. Commenta a caldo: “Domattina sarò nel mio ufficio al Viminale”. 

Un risultato senza precedenti. “Per chi è stufo di un’Europa serva dei poteri forti che vuole imporci l’austerità”.

Salvini convince perché in Italia nessuno fa il fact cecking. 

In virtù del suo potere forte vuole abolire l’abuso d’ufficio (se un immigrato commette un reato si espelle l’immigrato, se un leghista commette un reato si espelle il reato). 

Si erge a paladino della famiglia tradizionale avendo figli fuori dal matrimonio e a paladino della sovranità nazionale facendosi dettare l’agenda da Juncker. La Lega, in ossequio ai trattati europei, ha votato a favore del pareggio di bilancio in Costituzione. 

La quale stabilisce che la sovranità appartiene al popolo e il popolo ha diritto a stipendi decenti, ferie, riposo, servizi pubblici finanziati con tasse proporzionali al reddito. 

Salvini ha preferito la legge “dell’Europa dei poteri forti che vuole imporci l’austerità”: non ripristinare l’articolo 18, confermare i contratti a termine senza causale, fare la flat tax, obbedire alla Nato che chiede di spendere il 2% del Pil in armi invece che in servizi, nell’Italia con la metà dei dipendenti pubblici dell’Inghilterra del dopo Tatcher. 

Se Salvini è sovranista, Povia è metallaro. 

È però aiutato da giornali e Pd che invocano la minaccia del “Sovranismo” come improbabile unico fronte di forze opposte, da Le Pen o Mélenchon. 

Dell’equivoco è vittima anche “La Sinistra”, lista erede dell’unico partito che aveva votato contro i Trattati di Maastricht per non “consegnare l’Italia a un regime di sovranità limitata”. 

Rifondazione e SI inseguono il miraggio del “terzo spazio tra sovranisti e destre liberali”, Lega pro Le Pen e Pd pro Macron. 

Ma lo schieramento di chi fa le riforme liberiste imposte dall ’Ue è il medesimo. Ne fanno parte tanto FI e Pd quanto la Lega. E i 5 Stelle, oggi d’accordo a non ripristinare l’art.18 e comprare gli F35. 

Al governo del cambiamento si cambia idea.”

Facebook Comments

Write a comment

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: