Luciano Odorisio, Politica

Renzi e il M5S, la magnifica ossessione! E Padellaro s’incazza!


Deprecated: sanitize_url è deprecata dalla versione 2.8.0! Al suo posto utilizza esc_url_raw(). in /var/www/html/wordpress/wp-includes/functions.php on line 4859

Per chi si fosse perso questo duetto:

25 Settembre a Otto e Mezzo (La7)

RENZI: “Non sono scandalizzato dalla discussione governo-Mef. Mi sconvolge Casalino, non la polemica, la modalità con la quale si minaccia via stampa”.

PADELLARO: “Veramente anche il bravissimo Filippo Sensi (portavoce di Renzi e poi di Gentiloni, ndr) mandava messaggi con cui si diceva di bastonare Alessandro Di Battista. Sono delle gaffe”.

IL FATTO:

Filippo Sensi, portavoce del Premier Matteo Renzi, mentre il Presidente del Consiglio era a Rio insieme alla squadra italiana per le Olimpiadi, si è reso protagonista di un errore difficile da giustificare. Ha inviato a un gruppo di giornalisti un messaggio in cui invitava a “picchiare” Di Battista su una sua ultima dichiarazione sul terrorismo…

Sensi e Di Battista

RENZI:“Sì, sono certamente gaffe. Ma sono due cose diverse. Nessuno, né Sensi, né altri portavoce come Bonaiuti, è mai arrivato a fare quello che ha fatto Casalino. E mi colpisce che non ci sia stata da parte della stampa una reazione”.

E PADELLARO s’incazza: “Come? Ci sono state paginate intere e titoli di apertura sulla vicenda. Repubblica, che è il vostro giornale di riferimento, ha fatto aperture e commenti per tre giorni”.

RENZI col suo ineffabile sorriso cuccioloso:“A dire che Repubblica è il mio giornale di riferimento, specie in questa fase, scappa il sorriso anche a lei. La vicenda di Casalino ha fatto le aperture su tutti i giornali, tranne che sul Fatto”.

PADELLARO sempre ‘ncazzato nero:“Non è vero! Travaglio ci ha scritto un editoriale. Legga con attenzione Il Fatto Quotidiano”.

L’ex presidente del Consiglio prosegue poi il suo j’accuse contro la sua ossessione, il M5s, non Salvini, ma il M5S:

Questi si sono persi il decreto di Genova. Hanno organizzato la ola al funerale di Stato, che sembrava una roba da Curva Sud”.

PADELLARO scatta di nuovo: “Non posso farle passare questo. Forse sta andando un po’ oltre”.

RENZI conferma: “Nei minuti successivi all’inizio del funerale, quando ancora non c’era stata la prima lettura o il Salmo responsoriale, tutti i direttori di giornale sono stati raggiunti dall’sms dell’ingegnere Rocco Casalino, portavoce del presidente del Consiglio, che diceva di sottolineare i fischi al Pd, cioè a Pinotti e a Martina, e le standing ovation a Salvini e a Di Maio. Questo modo di concepire il giornalismo mi ripugna. E’ uncialtrone colui il quale strumentalizza un dolore vero e reale”.

PADELLARO, che vorrebbe mettergli le mani addosso, dopo un respiro a prender fiato e calmarsi:“Sì, ma stia attento. Dire che la folla seguiva le indicazioni di Casalino è grave”.

E alla fine la chicca su Zingaretti, così come fece da Fazio per dettare linea partito e sabotare un’eventuale intesa PD-5S, così col governatore del Lazio che a detta sua sarebbe troppo inciucioso con i 5S, la sua magnifica ossessione:

Facebook Comments

Write a comment

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: