Notice: Trying to get property of non-object in /var/lib/wordpress/wp-content/plugins/wordpress-seo/frontend/schema/class-schema-utils.php on line 26
Luciano Odorisio, Politica

Giuseppe Conte vince la sfida social…”viralità online”!

VIRGINIA DELLA SALA per Il FQ, 17-8-19

Almeno 300mila mi piace, 77mila commenti, 135mila condivisioni: il messaggio del presidente del Consiglio, Giuseppe Conte, rivolto a Matteo Salvini e pubblicato sulla sua pagina Facebook nel giorno di Ferragosto, ha acquisito in poco più di 24 ore tutte le caratteristiche di quella che viene comunemente definita “viralità online”. 

Le persone lo hanno letto, se lo sono inviato via Whatsapp o Telegram, lo hanno postato sulle loro bacheche. 

È facilmente ipotizzabile che sia diventato anche argomento di dibattito a tavola. Nello scontro tra i due veri protagonisti di questa crisi di governo, la comunicazione e i rimbalzi sui social riescono a mostrare uno spaccato del sentiment degli italiani ma soprattutto l’esi to delle strategie comunicative scelte. 

O almeno, il sentiment di coloro che navigano e tifano sulle piattaforme online e che possono essere considerati simili al campione statistico nei sondaggi. 

I COMMENTI al post del presidente del Consiglio, che nella sua lettera ha “rimproverato” a Salvini i suoi ripetuti “strappi istituzionali”, parlando di sleale collaborazione e di foga comunicativa da ricerca del consenso, sono soprattutto di supporto: “Lo dico da persona con idee politiche diverse: la sottoscrivo”, scrive un utente. 

Molti supporters sono portavoce dei Cinque Stelle, una buona parte è formata da semplici cittadini che concordano con la posizione di Conte. Le critiche che gli vengono mosse riguardano soprattutto la sensazione che le sue mosse, pur considerate giuste e calzanti nel caso specifico, siano arrivate però troppo in ritardo: “Dov’era negli ultimi 14 mesi?”, si chiedono. 

Il dato numerico, a ogni modo, è tanto più rilevante se paragonato con la media delle preferenze prese dagli altri post del premier, intorno a qualche decina di migliaia di like. Il post del giorno precedente, dedicato alle commemorazioni del crollo del ponte Morandi, aveva ad esempio raccolto circa 27mila like, 2.500 commenti e altrettante condivisioni. 

Stando ai numeri, questa partita social è stata decisamente vinta da Conte. 

SARÀ che invece a Ferragosto la macchina social di Matteo Salvini, la Bestia, era in vacanza, ma la replica pubblicata a stretto giro dal leader del Carroccio (sempre tramite pagine Facebook) ha registrato numeri molto meno rilevanti: 109mila mi piace, circa 38mila commenti e poco più di 20mila condivisioni per un post in cui, da ministro dell’Interno, ribadisce che la sua unica ossessione sia “contrastare ogni tipo di reato”. 

Dati leggermente superiori alla media dei suoi post, ma non abbastanza da riconoscere alla risposta la stessa efficacia sui social della lettera di Conte né tantomeno da incasellarlo o considerarlo un post virale. I commenti sono quasi esclusivamente dei suoi sostenitori e degli elettori della Lega, nessuna osservazione laica, nessuna riflessione sul contenuto del messaggio. In decine affidano il vicepremier alle proprie preghiere e alla Madonna. 

NEL POMERIGGIO, poi, interviene via social il vicepremier del M5S, Luigi Di Maio: “Questo è stato il Governo che ha ridotto il numero di sbarchi in Italia, grazie al lavoro di tutti. Salvini di punto in bianco ha deciso di farlo cadere, in pieno agosto, quindi è inutile che ora sbraita”, scrive sulla sua pagina Facebook, che riporta anche le parole di Salvini – ancora una volta contro Conte – che da Castel Volturno in conferenza stampa aveva detto “Me lo dica in faccia”, riferendosi alla lettera aperta. 

L’intervento registra circa 64mila Mi piace, 18mila commenti e 15mila condivisioni. Numeri lievemente superiori alla media, ma anche in questo caso – data l’eco trainante di Conte – nella norma. 

Facebook Comments

Write a comment

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: